COMUNICAZIONE/ RELAZIONE/ FIDUCIA/ OPPORTUNITA’: I PERSONAL TAG DEL 2009 PER NON ENTRARE NEL TUNNEL DELLO SCETTICISMO SFRENATO

Di Francesco Maria Gallo

Molte delle conoscenze che abbiamo di quello che succede nel mondo le otteniamo dai giornali, dalla televisione, dai social network, dalle e-mail, dagli sms. Flussi frenetici di informazioni che corrono alla velocità della luce e che trasportano direttamente sulle pagine dei giornali o sui widgets nei desktop dei nostri pc o dei nostri palmari, fatti e tematiche globali in continua mutazione e che influenzano costantemente la nostra esperienza quotidiana.

I media ed i loro contenuti, quindi, costruiscono in noi l’idea che si ha della realtà, al di là di quanto questa sia concreta.

Negli ultimi mesi il tema della crisi finanziaria mondiale è entrato nella nostra vita molto prima delle sue conseguenze economiche. L’effetto annuncio ha prodotto una serie di eventi a catena che hanno provocato la perdita di fiducia nell’intero sistema aggravando ulteriormente la situazione economica. E ciò nonostante che della crisi si sappia ben poco, meno che mai la sua reale portata. Per dirla con Bland, “la vera crisi non è ciò che è realmente in atto, ma ciò che si crede sia successo”.

I mass media di tutto il mondo, ogni giorno parlano e scrivono dei pericoli e lo fanno molto bene, a volte troppo bene, rischiando così di iniettare nel cuore delle persone la paura e la sfiducia.

Ma su questo numero di Lavori in Corso – ispirati alla saggezza cinese, che scrive la parola crisi con due ideogrammi, di cui uno rappresenta il pericolo e l’altro l’opportunità – ci vogliamo occupare proprio delle opportunità, l’altra faccia della medaglia della crisi, in un network dialettico virtuale con “Persone” che amano mediare tra pensiero calcolante e pensiero meditante, e con lo scopo di generare idee e stimoli mettendo in cantiere un piccolo ma significativo fermento culturale e sociale per la costruzione di un villaggio globale di idee chiamato fiducia.

In un momento come questo non bisogna sottovalutare il valore della relazione, della dialettica e della concertazione delle idee, attraverso meccanismi di comunicazione che hanno come obiettivo quello di generare network di pensiero per reazioni ed azioni consapevoli.

Quindi una comunicazione “fra Persone” chiamata, oggi più che mai, a sanare quel vuoto di relazione che altrimenti si potrebbe creare tra l’azienda, i consumatori, i dipendenti e, in generale, la società.

E la fiducia è il tessuto connettivo attraverso cui costruire legami duraturi per trasformare le criticità in opportunità durevoli e per non sentirsi soli nei momenti importanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...