RICOMINCIO DA TUTTI!

 di Francesco Maria Gallo

 Il nostro Paese è attraversato dal mondo ed oggi più che mai rappresenta una provincia sempre meno insieme di luoghi e sempre più insiemi di flussi.
Questo uno dei passaggi iniziali della relazione di Guido Caselli, direttore del Centro Studi Unioncamere Emilia Romagna, all’8^ Giornata dell’economia organizzata come ogni anno dalla Camera di commercio.
Caselli propone un nuovo modo di leggere i cambiamenti in atto partendo dalla complessità del territorio, dove le relazioni tra le parti che lo compongono sono  l’aspetto più importante.
I cambiamenti in atto stanno mettendo in discussione il modello economico e sociale sperimentato fino ad ora e dopo la crisi potremo avere tempi migliori solo se saremo noi a costruirli. Il futuro non si prevede. Si fa.

L’assunto prende forma e sostanza se accettiamo la sfida come sistema territoriale, come collettività che si apre al nuovo senza paura, che accoglie e porta a valore i flussi in arrivo ed allo stesso tempo accompagna con modalità nuove verso un cambiamento culturale tutti gli abitanti del villaggio globale. Anche il mondo del lavoro è attraversato da insiemi di flussi ed oggi sempre di più ripensare al lavoro delle Persone equivale a ripensare a un nuovo modello sociale ed economico. Ed eccoci al mood di questo numero del nostro magazine: “tutti al lavoro”, nel senso che tutti oltre al naturale diritto devono avere la possibilità e l’occasione di mettersi in gioco in “pari opportunità” in quell’impresa sostenibile aperta al mondo che cambia e per questo alle intelligenze e alle capacità di tutte le Persone, nessuno esclusa.

“Le politiche attive del lavoro” non possono quindi più essere solo di appannaggio della dialettica politica, ma devevo partire in primis da una consapevolezza propositiva delle aziende di questo Paese.

Personalmente sono convinto che solo incentivando il valore reale di tutte le Persone, fuori dalle condizioni di razza, sesso, handicap o età, e promuovendo una loro integrazione nell’impresa coerente a quel fondamentale concetto di valore professionale, si possa pianificare e conseguire  efficacemente quello sviluppo sostenibile ed efficace per le nostre imprese, per l’economia glocale e per tutta la società civile.

Uno sviluppo, lo sappiamo, investe ben oltre i singoli confini amministrativi e gestionali,  e chi lo consegue ha imparato ad allargare lo sguardo alla percezione della realtà nella quale vive, lavora e produce ricominciando dalla esperienza e dal valore della Persona , qualunque essa sia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...