Le 5 Tendenze dell’IT da oggi al prossimo futuro

 

Uomo avvisato mezzo salvato. Con l’inizio del nuovo anno è giunto il momento di dare un’occhiata alle previsioni per le più grandi aree di crescita nel settore IT dei prossimi 12 mesi.
1) L’importanza della sicurezza informatica

L’anno passato è stato un anno difficile per il settore della sicurezza dei dati. Attacchi di alto profilo a obiettivi importanti hanno influito negativamente sulla fiducia dei consumatori nei confronti delle aziende e sulla loro capacità di proteggere dati, inoltre, quasi tutti i pacchetti software in materia di sicurezza hanno rivelato gravi punti di vulnerabilità su tutte le piattaforme.

David Gibson, vicepresidente di Varonis Systems, sostiene che un obiettivo importante per il prossimo anno sarà il monitoraggio continuo e il rafforzamento dei controlli di accesso per evitare un altro anno disastroso nel campo della sicurezza.

“Con i controlli automatizzati, le organizzazioni possono implementare e mantenere in modo efficiente un modello con privilegi minimi, controllare l’accesso ai dati, individuare casi di abuso e identificare i dati non aggiornati. Molti degli standard relativi alla sicurezza dei dati ora sottolineano l’importanza del monitoraggio perché rappresenta un metodo di difesa nel mondo reale.

“Nel 2015 il settore IT potrà avere un impatto maggiore mettendo in atto politiche più rigide, che richiedano un monitoraggio continuo e controlli di accesso più rigorosi e che contribuiscano a limitare i danni potenziali, a rilevare e bloccare meglio le attività indesiderate e ad effettuare un recupero più veloce ed efficace qualora si verifichino degli incidenti”.

2) Mobilità = computing illimitato

Anche se la tendenza del 2014 è stata di “portare il proprio dispositivo” (BYOD), le ricerche indicano che il 2015 sarà l’anno in cui i discreti dispositivi mobili verranno sostituiti dal concetto di elaborazione pervasiva. “Telefoni e dispositivi indossabili sono ormai parte di un ambiente informatico ampliato che include l’elettronica di consumo e schermi collegati sul posto di lavoro e negli spazi pubblici”, hanno affermato il vicepresidente Gartner e il suo collega David Cearly in un recente rapporto.

“Dovrà essere il contesto generale ad adattarsi sempre di più alle esigenze dell’utente mobile. Ciò continuerà a presentare problematiche significative dal punto di vista gestionale per le aziende IT, in quanto perderanno il controllo dei dispositivi endpoint dell’utente”. Secondo Gartner, il concetto di “computing illimitato” richiede una più ampia comprensione delle esigenze degli utenti mobili in contesti e ambienti diversi rispetto al 2014, anno in cui tutti i riflettori erano puntati sui dispositivi.

Porta il tuo business nel futuro mobile. .Scopri i suggerimenti sulle migliori pratiche per sviluppare una strategia di mobilità.

3) Crescente adozione di open source

Un recente sondaggio condotto dal Ponemon Institute e dallo specialista in comunicazione cloud Zimbra ha rivelato la crescente adozione di software sviluppati utilizzando una metodologia open source per tutto, dalle applicazioni desktop con interfaccia utente alle cruciali infrastrutture aziendali.

“La ricerca supporta una tendenza che vediamo anche nella nostra azienda: l’open source fornisce molti vantaggi oltre al risparmio sui costi”, ha dichiarato Rob Howard, il direttore tecnico di Zimbra, riferendosi ai risultati relativi alla sua azienda. “L’open source offre molto dal punto di vista della qualità e del controllo e consente all’IT di avere un impatto su altri aspetti e non solo sui profitti”.

“Uno dei risultati più interessanti del sondaggio è stata la lenta adozione di messaggistica e software collaborativo open source, nonostante la dichiarata fiducia da parte dei professionisti IT nel software open source”, ha aggiunto Larry Ponemon, presidente e fondatore del Ponemon Institute. “Dal momento che la maggior parte delle implementazioni è rappresentata da soluzioni proprietarie e il sentimento generale a riguardo è nel complesso negativo, mi aspetto di vedere un maggiore interesse nelle nuove soluzioni che si basano su open source commerciali”.

4) Soluzioni cloud mirate

Si pensa al cloud computing come una tendenza in aumento per il 2015 e gli esperti sostengono all’unanimità che la distinzione tra infrastruttura cloud “pubblica” e “privata” si stia assottigliando. In una recente relazione, il colosso delle comunicazioni Verizon ha evidenziato che il 2015 sarà un anno incentrato sullo sviluppo di soluzioni cloud per far fronte alle specifiche esigenze aziendali, deviando dall’attuale configurazione della tecnologia.

Una società di analisi con sede a Londra, Ovum, nel frattempo mette in guardia sui volumi crescenti di disinvestimenti in Platform-as-a-Service (PaaS), suggerendo che la tendenza attuale, che indica un aumento degli investimenti in Infrastructure-as-a-Service (IaaS), potrebbe invertirsi nel prossimo anno.

Gli esperti però sono tutti d’accordo su una cosa: il cloud computing non sparirà presto dalla circolazione malgrado l’aumento dei disinvestimenti.

5) Tutto è connesso

Tra questo e il prossimo anno, è prevedibile una crescita esponenziale del cosiddetto “Internet delle cose” (IoT), dovuto in molti casi al crescente interesse da parte di grandi nomi nel settore della tecnologia.

Un termine onnicomprensivo che spazia dai gadget fatti a mano basati su piattaforme, come Arduino e Raspberry Pi, alle imprese commerciali come Nest Learning Thermostat, l’IoT dovrebbe riscontrare una particolare crescita nel prossimo anno. La ricerca di Gartner si riferisce a quattro “modelli di utilizzo” di questa crescita e una società può concentrarsi su uno qualsiasi di essi per incrementare la profittabilità nel 2015: management, monetizzazione, operazione, estensione.

“L’Internet delle cose è uno dei più importanti acceleratori di innovazione per la crescita e l’espansione del valore basato su IT dell’era della ‘terza piattaforma’,” ha dichiarato il vicepresidente senior e analista capo di IDC Frank Gens in un rapporto sull’argomento. “L’invenzione di un numero di ‘cose’ sempre più intelligenti e connesse guiderà lo sviluppo di migliaia di nuove soluzioni della terza piattaforma.”

Nel complesso, probabilmente è giusto dire che non ci sono grandi sorprese nella nostra lista delle migliori 5 tendenze. È chiaro tuttavia che ognuna di queste è destinata ad avere implicazioni di vasta portata su tutto il settore IT, sia a livello operativo sia infrastrutturale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...