IL SOPRAVVENTO SUL TERRORE DEL …BY DAY

Nessuno immagina e previene ciò che domani potrà accaderci sorprendendoci attoniti. Non riusciamo a rifugiarci in nessun luogo sicuro, perché nessun luogo potrà proteggerci. I nostri governi europei, la nostra intelligence sono sconfitti ormai da tempo e da tempo brancolano nel buio del terrore islamico senza alcuna strategia di difesa che possa mettere tutti noi in sicurezza.

Come si fa a vivere tranquilli nel nostro  …by day? Come si fa ad essere tranquilli nell’andare al mattino lavoro in auto, in bus, in metro, in treno o in aereo, nel pomeriggio al supermercato e la sera con gli amici in un pub?

Non sapremo mai cosa potrà accaderci in uno di questi semplici momenti di un nostro comune day by day, dove il giorno dopo non ci sarà più nessun …by day. Come non essere terrorizzati davanti a una così grande incertezza? Davanti a questa costante minaccia che un giorno, accanto ad un qualunque e inaspettato terrorista kamikaze islamico in luogo qualsiasi dei nostri luoghi abituali, ci saremo noi? Io ho paura e non posso nasconderla e far finta che nonostante tutto dovrò proseguire nel mio day by day come se nulla possa accadermi.

Al contrario, e so che non è giusto, ogni volta che incrocio sui mei passi un qualsiasi volto islamico, lo evito osservando con la coda dell’occhio i suoi passi con sospetto, di questo me ne vergogno ma la rabbia e il rancore hanno ormai preso il sopravvento.

“Ero in coda per la registrazione e ho sentito un’esplosione. – twitta Anna Ahronheim corrispondente a Bruxelles d i24news – Ho visto il fumo, ho visto gente correre in preda al panico verso l’uscita. C’è stata una seconda esplosione molto più vicina a me”. “Tutti hanno lasciato l’aeroporto in preda al panico, la maggior parte delle persone hanno lasciato il loro bagaglio. Le auto sono state evacuate”, ha riferito la fonte citata da Derniere Heure. Numerosi agenti di polizia e ambulanze si sono recati sul posto, ma ormai il terrore si era già compiuto. Ora, come allora, non ci resta che contare i caduti innocenti e soccorrere i fortunati feriti manifestando il nostro dolore mettendo i colori, dopo quelli della Francia, della bandiera del Belgio  a sfondo della nostra foto sui social network. Questo è il solo intervento che ci fa sentire europei uniti nel dolore e nella solidarietà umana, ma senza esserlo nella pratica del contrattacco! Oriana Fallaci aveva ragione:

“Non esiste un Islam moderato. Il Corano è il loro Mein Kampf”.

Un pensiero su “IL SOPRAVVENTO SUL TERRORE DEL …BY DAY

  1. L’ha ribloggato su Tracce e Sentieri.e ha commentato:
    so che non è giusto, ogni volta che incrocio sui mei passi un qualsiasi volto islamico, lo evito osservando con la coda dell’occhio i suoi passi con sospetto, di questo me ne vergogno ma la rabbia e il rancore hanno ormai preso il sopravvento

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...